venerdì 18 marzo 2011

GOLF: SICILIAN OPEN. LA SICILIA PUNTA SU SPORT EMERGENTI

Alle ore 19.06 di ieri, giorno 17 c.m., l'Ufficio Stampa Presidenza della Regione Siciliana ha pubblicato il seguente comunicato:

PALERMO, 17 mar 2011 (SICILIAE) - "Il Sicilian Open Golf, che si è aperto oggi a Ragusa, sarà un punto di richiamo per gli appassionati di questo sport, che nel mondo sono sempre più numerosi.
Grazie al suo clima e alla diffusione dei campi da golf, oggi sono 5 e presto diventeranno 7, la Sicilia è pronta ad accogliere anche la presenza di campioni di fama mondiale, proiettando così l'isola, a pieno titolo, nel circuito golfistico internazionale".
Lo ha dichiarato l'assessore regionale per il Turismo e lo Sport, Daniele Tranchida.

"La Sicilia - ha continuato l'assessore - punta sugli sport emergenti come il Golf, l'EQUITAZIONE, la VELA per affermare l'immagine di una Regione in grado di organizzare e ospitare eventi sportivi di grande livello. La Siciia infatti ospiterà a breve il Jumping tour di equitazione e i Giochi delle Isole".-
_____________________________

Negli anni 60/70 il compianto Avv. Giuseppe La Porta, inventore del complesso residenziale turistico "La Tonnara", proponeva e sollecitava - INASCOLTATO - alle Amministrazioni comunali succedutesi nel tempo, la realizzazione di un campo da golf su una parte di terreni comunali e limitrofi.
La miopia politica e la cultura locale imperante ieri, ha bocciato tale iniziativa. Ha preferito la cementificazione selvaggia, oggi frenata dalla crisi economica generale.
In tempi più recenti, il Consiglio comunale di Oliveri aveva approvato la proposta di una Società che intendeva costruire un campo da golf su una vasta area costituita dai famigerati terreni comunali gravati da uso civico.
La proposta contemplava anche l'utilizzazione di una parte di detti terreni da rendere edificabili con un elevato indice, al fine di realizzare un sofisticato complesso residenziale che richiedeva la costruzione di un porticciolo turistico, l'uso riservato di un tratto di spiaggia nonchè la realizzazione di un eliporto ed altre strutture sportive.

Il risultato fu: LA "CAPITOLAZIONE" di quel Consiglio comunale. E con esso, la definitiva archiviazione di ogni residua velleità di dotare il nostro territorio di una struttura che - se realizzata prima - avrebbe portato ad Oliveri enormi benefici economici generalizzati.
Tale risorsa, oggi considerata emergente, per il nostro paese è già morta e sepolta.

Esiste nel nostro territorio comunale - e resiste con grande affanno - un campo di equitazione gestito da un qualificato e ben quotato nostro concittadino.
La nostra comunità saprà cogliere questa nuova boccata di ossigeno ventilata dalla Regione Siciliana? Auguriamo che ciò avvenga, per l'interesse generale che ne può derivare.

La neonata associazione della Lega Navale Italiana potrebbe anch'essa beneficiare di questa manifestazione di benevolenza dell'assessore regionale Tranchida.
Ma questa associazione non ha manifestato ulteriori segnali di vitalità.
Mi rifiuto di credere - come già sussurrato - che l'obiettivo primario non fosse quello della vela.
Qualcuno sospettava che volesse veleggiare in "altro mare".
Spero che il sospetto risulti infondato.-
Antonio Amodeo

Nessun commento:

Posta un commento